esnlenfrdeitpl

Discursos

Cari amici,

sono lieto di dare il mio benvenuto a Lei, Padre Presidente, al Consiglio e agli Amministratori della “Villanova University”, in occasione del vostro incontro a Roma. Prego perché la vostra permanenza nella Città Eterna sia fonte di rinnovamento spirituale per ciascuno di voi.

Leer más...

Cari Missionari,

benvenuti, grazie, e spero che coloro che sono stati nominati vescovi non abbiano perso la capacità di “misericordiare”. Questo è importante.

Leer más...

Signora, cari amici,

sono lieto di accogliervi questa mattina per salutarvi e rendere omaggio al vostro impegno al servizio della pace, della difesa dei diritti umani, della protezione della nostra terra e del sostegno alla crescita di una società più umana e fraterna.

Leer más...

Signora, cari amici,

sono lieto di accogliervi questa mattina per salutarvi e rendere omaggio al vostro impegno al servizio della pace, della difesa dei diritti umani, della protezione della nostra terra e del sostegno alla crescita di una società più umana e fraterna.

Leer más...

Signore Gesù, il nostro sguardo è rivolto a te, pieno di vergogna, di pentimento e di speranza.

Leer más...

Signor Capo della Polizia,
Signor Prefetto,
cari Funzionari e Agenti!

Leer más...

Cari fratelli e sorelle,

sono lieto di accogliere voi, rappresentanti della Comunità Trentina, che da vent’anni collaborate generosamente con la Santa Sede, specialmente con il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, in varie attività e iniziative. Penso in particolare alle varie associazioni, imprese e famiglie dei Comuni di Carisolo, Pinzolo, Tesero, come pure agli Alpini, al Corpo Forestale e alla Protezione Civile. A ciascuno rivolgo un cordiale saluto, a cominciare dal dr. Ugo Rossi, Presidente della Provincia Autonoma di Trento, al vostro Arcivescovo Mons. Lauro Tisi, che ringrazio per le cortesi parole, e a tutti voi che, con la vostra presenza, testimoniate la devozione e l’affetto dell’intera popolazione del Trentino verso il Papa.

Leer más...

Cari fratelli e sorelle,

sono lieto di accogliere voi, rappresentanti della Comunità Trentina, che da vent’anni collaborate generosamente con la Santa Sede, specialmente con il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, in varie attività e iniziative. Penso in particolare alle varie associazioni, imprese e famiglie dei Comuni di Carisolo, Pinzolo, Tesero, come pure agli Alpini, al Corpo Forestale e alla Protezione Civile. A ciascuno rivolgo un cordiale saluto, a cominciare dal dr. Ugo Rossi, Presidente della Provincia Autonoma di Trento, al vostro Arcivescovo Mons. Lauro Tisi, che ringrazio per le cortesi parole, e a tutti voi che, con la vostra presenza, testimoniate la devozione e l’affetto dell’intera popolazione del Trentino verso il Papa.

Leer más...

PAROLE DEL SANTO PADRE PRIMA DELLA PREGHIERA

Adesso, ognuno nella propria fede, nel proprio dubbio, in quello che ha nell’anima, pensi a Dio, pensi al bisogno di Dio, pensi al dubbio che ha (se Dio c’è...), pensi alla propria coscienza e chieda la benedizione e la bontà su tutti noi. Amen.

Leer más...

PAROLE DEL SANTO PADRE PRIMA DELLA PREGHIERA

Adesso, ognuno nella propria fede, nel proprio dubbio, in quello che ha nell’anima, pensi a Dio, pensi al bisogno di Dio, pensi al dubbio che ha (se Dio c’è...), pensi alla propria coscienza e chieda la benedizione e la bontà su tutti noi. Amen.

Leer más...

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Sono lieto di trovarmi in questo paese, dove Francesco Forgione nacque e iniziò la sua lunga e feconda vicenda umana e spirituale. In questa comunità egli temprò la propria umanità, imparò a pregare e a riconoscere nei poveri la carne del Signore, finché crebbe nella sequela di Cristo e chiese di essere ammesso tra i Frati Minori Cappuccini, diventando in tal modo fra Pio da Pietrelcina. Qui egli cominciò a sperimentare la maternità della Chiesa, della quale fu sempre figlio devoto. Amava la Chiesa, amava la Chiesa con tutti i suoi problemi, con tutti i suoi guai, con tutti i nostri peccati. Perché tutti noi siamo peccatori, ci vergogniamo, ma lo Spirito di Dio ci ha convocato in questa Chiesa che è santa. E lui amava la Chiesa santa e i figli peccatori, tutti. Questo era san Pio. Qui meditò con intensità il mistero di Dio che ci ha amati fino a dare Sé stesso per noi (cfr Gal 2,20). Ricordando con stima e affetto questo Santo discepolo di San Francesco, saluto cordialmente tutti voi suoi compaesani, il vostro Parroco e il Sindaco insieme al Pastore della diocesi, Mons. Felice Accrocca, alla comunità dei Cappuccini e a tutti voi che avete voluto essere presenti.

Leer más...